Turismo Home Video Galleria fotografica Invio cartolina Form di contatto Documenti online  

 

 

 
Benvenuti nel Comune delle Centovalli
Saluto del Sindaco

Gentile signore,
Egregi signori,

con particolare piacere presento a tutti voi il più cordiale saluto di benvenuto sul sito del nuovo  Comune di Centovalli,  nato il 25 ottobre 2009 in seguito all’aggregazione di Borgnone, Intragna e Palagnedra sancita con voto unanime dal Gran Consiglio il 2 giugno 2009; una data storica salutata con entusiasmo dai numerosi presenti sulle tribune del Parlamento, fra cui le autorità locali e i bambini e i docenti dell’Istituto scolastico di Intragna con un emblematico striscione benaugurante dal titolo “Sotto lo stesso cielo”. Ed è proprio con queste premesse che sono fiero di dare visibilità al mio Comune, evidenziando la sua caratteristica di Comune vivace e dinamico dove si sta bene anche perché possiamo avvalerci di una qualità di vita eccellente.

Il Comune si estende su una superficie di 51,39 kilometri quadrati che, seguendo la strada cantonale vanno dalle frazioni di Golino – Intragna – Corcapolo – Verdasio (stazione Fart) – Palagnedra (Stazione Fart) – Cadanza - Camedo (confine con l’Italia).

Le altre frazioni, pure caratterizzate da una situazione morfologica eterogenea e nel contempo immersi in uno splendido paesaggio, sono le seguenti: Vosa - Pila - Cremaso – Costa sopra Intragna – Calezzo –Salmina - Sassalto – Verdasio - Borgnone – Lionza - Costa sopra Borgnone – Monadello – Crest - Moneto - Palagnedra – Bordei – Terra Vecchia e Rasa (fino al 1972 Comune autonomo, poi assorbito nell’ ex Comune di Intragna).

Il paese di Intragna, ora frazione, dove ha sede la cancelleria comunale principale aperta tutti i giorni feriali, sorge su di un promontorio- su cui svetta il campanile più alto del Canton Ticino con i suoi 65,75 metri di altezza- a 376 m/slm, fra i fiumi Melezza e Isorno.

Ai piedi del campanile abbiamo un incantevole nucleo, con la Chiesa di San Gottardo, il Museo Regionale delle Centovalli, la Casa comunale e patriziale con la suggestiva piazza chiusa a cerchio da edifici alti e decorosi, fra cui l’Albergo Antico; poco più in basso si notano la Casa parrocchiale, l’Istituto scolastico con la scuola dell’infanzia e la scuola elementare e la Casa Anziani regionale San Donato, che può ospitare con la dovuta dignità 90 posti letto medicalizzati per altrettanti anziani.

Benchè le località di Golino e Intragna si trovino a pochi chilometri di distanza dai centri lavorativi (Losone – Ascona e Locarno) la popolazione rimane stabile a 1200 abitanti ed a questo riguardo, l’attenzione per evitare lo spopolamento rimane la principale preoccupazione dell’autorità politica.

 

Diverse sono le particolarità nel nostro Comune con richiamo turistico e che meritano una visita, in particolare il Ponte Nuovo conosciuto come Ponte Romano che sorvola il fiume Melezza, l’ostello di Palagnedra, senza dimenticare la Chiesa di San Michele conosciuta per gli affreschi tardogotici, così come i vari monti, da Calascio a Comino, servito anche da una funivia o Terra Vecchia (vecchia Rasa) in questi ultimi decenni rimessa “a nuovo” e salvata dalla rovina.

Sono fiero di essere sindaco di un Comune che sa sintetizzare la nostra identità di gente laboriosa, dinamica e generosa, consapevole di coltivare gli insegnamenti dei nostri antenati e nel contempo aperta all’accoglienza, al dialogo e alla solidarietà.

Giorgio Pellanda

 

 
   
  Video
 
   
 
Comune di Intragna - Credits
 
Cerca:


  Giorgio Pellanda